Home Prima Pagina Turismo: l’affitto di ville e villini non ha ceduto alla crisi

Turismo: l’affitto di ville e villini non ha ceduto alla crisi

affitto

Nonostante la crisi del settore turistico, l’affitto di ville di pregio situate principalmente in Toscana, Umbria, Marche ed Emilia Romagna non ha mostrato preoccupanti segnali di crisi.

Curioso che buona parte dei proprietari sia lombarda e, nello specifico, risieda nelle province di Milano, Brescia, Monza Brianza e Mantova.
Lo dicono i numeri di un noto operatore del settore che ha esaminato un campione rappresentativo di 30.000 ospiti in un anno su 430 immobili gestiti:

– Nel 2019 gli italiani che sceglievano questo tipo di vacanze era il 13% del totale, salito al 54% nel 2020;
– Su 430 immobili gestiti oltre il 76% dei proprietari risiede a Milano, il 14% a Brescia, il 5% in Monza Brianza e il 5% a Mantova;
– Tra i lombardi che concedono in affitto, il 43% ha un immobile in Toscana, il 19% in Lombardia, il 14% in Liguria, il 10% in Sardegna e il resto nelle Marche, in Umbria e in Piemonte.

Si stima che l’affitto di una villa per un periodo medio di 10 settimane, possa generare un ricavo tra i 15.000 e i 70.000 € l’anno.