Home Politica Tangenti Lombardia, indagato il sindaco di Gallarate

Tangenti Lombardia, indagato il sindaco di Gallarate

Andrea Cassani, sindaco di Gallarate (in provincia di Varese) è indagato per turbativa d’asta all’interno dell’inchiesta riguardante il presunto giro di tangenti e appalti pilotati che secondo i pm sarebbe stato guidato da Nino Caianiello, ex responsabile di Forza Italia a Varese. Secondo l’accusa Cassani avrebbe pilotato la nomina di due avvocati per un parere legale su un’azione presentata dalla giunta di centrosinistra contro una municipalizzata che vedeva tra gli amministratori proprio Caianiello. A tal proposito la Guardia di Finanza ha acquisito una serie di documenti all’interno degli uffici comunali di Gallarate.

Accusa definita “totalmente infondata” dai legali di Cassani, al quale ha voluto esprimere sostegno anche Matteo Salvini, leader della Lega ed ex Ministro dell’Interno. “Tutto il mio appoggio al bravo sindaco Cassani, alla sua giunta e a tutta la comunità di Gallarate, esempio di buona e corretta amministrazione, di partecipazione cittadina democratica e trasparente”.