Home Politica Corruzione in Lombardia, i pm indagano su una serie di consulenze

Corruzione in Lombardia, i pm indagano su una serie di consulenze

Palazzo di Giustizia

Continuano le indagini dei pm di Milano riguardo all’indagine per corruzione che nei giorni scorsi ha portato a 43 arresti tra politici e imprenditori oltre a diverse iscrizioni nel registro degli indagati. L’ultimo sviluppo in ordine di tempo riguarda alcuni contratti di consulenza ottenuti da una società riconducibile a Lara Comi, eurodeputata di Forza Italia, per un totale di 38mila euro e che sarebbero stati ottenuti tramite Gioacchino Caianiello, ex coordinatore di Forza Italia a Varese che gli investigatori ritengono essere a capo del sistema corruttivo. La Comi, in ogni caso, non risulta essere indagata.

Nei giorni scorsi è stato invece inserito nel registro il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, con l’accusa di abuso d’ufficio per una consulenza a Luca Marsico, ex socio di studio. Ieri in Procura è stata sentita come testimone Giulia Martineli, capo segreteria del Presidente della Lombardiae ed ex compagna di Matteo Salvini.