Bodycam per i dipendenti Trenord, via al piano

E' arrivato il sì del Garante della privacy

Partirà da settembre il progetto legato alle “body cam” in dotazione al personale di Trenord. Una sperimentazione grazie alla quale, su alcune tratte, capitreno e tutti gli altri dipendenti potranno avere un’arma in più per contrastare la microcriminalità. Il piano, annunciato a settembre del 2017 e confermato a inizio giugno dopo un vertice tra Regione, azienda trasporti e pendolari, ha avuto il via libera anche dal Garante della Privacy.

Il dispositivo partirà nel momento in cui si verificheranno delle situazioni di particolare tensione, lanciando un allarme che permetterà a chi è in sala operativa di visionare le immagini ed eventualmente di attivare gli agenti della Polizia Ferroviaria. Il progetto segue quello che è stato già messo in atto, con buoni risultati, in altri Paesi europei per provare a migliorare la sicurezza sui mezzi pubblici.