Lo Chef Cracco rischia di perdere l’Annunciata

Mancato accordo fra il Comune di Abbiategrasso e l’Associazione dello Chef

Difficile momento per il grande chef Carlo Cracco. Giudice e cuoco impeccabile, ha dapprima perso una stella Michelin e ora rischia di perdere l’Annunciata, ex convento di Abbiategrasso trasformato in ristorante di lusso.

Il mancato accordo tra il Comune di Abbiategrasso e l’”Associazione Mastro Martino”, di cui Cracco è fondatore e presidente, ha portato ad un triste epilogo.

La collaborazione riguardava un evento molto importante, ovvero, la fiera gastronomica cittadina. Il convento dell’Annunciata, di proprietà comunale, restaurato nel 2007 venne dato a Cracco in comodato gratuito in vista dell’Expo 2015.

Soltanto a partire dal 2016 Cracco, con l’iniziativa Ambasciata del Gusto, aveva cominciato a versare i soldi per l’affitto nelle casse comunali.

Tuttavia, con il cambio di amministrazione comunale, il primo cittadino ha dichiarato che la convenzione con lo chef è scaduta e non è stata rinnovata poiché le richieste di stanziamento economico per la realizzazione di Abbiategusto erano troppo elevate.

Di conseguenza, la convenzione non è stata rinnovata e lo chef, che è ancora presente all’ex convento con tutte le attrezzature della scuola di cucina, potrebbe andare via, salvo nuovi accordi.