Home Milano In Città JazzMi 2020 sfida il virus e va in scena fino al primo...

JazzMi 2020 sfida il virus e va in scena fino al primo novembre

JazzMi
La locandina del 2020 - Fonte foto Milanoweekend

JazzMi torna ad animare le serate milanesi dal 22 ottobre al 1 novembre.

La manifestazione, che si presenta con un calendario ricco di concerti dal vivo nei quali si esibiranno artisti emergenti e grandi nomi del jazz, incontri e mostre, è ideato e prodotto da Triennale Milano Teatro e Ponderosa Music & Art in collaborazione con Blue Note Milano, realizzato grazie al Comune di Milano con l’ Assessorato alla Cultura, con il contributo di MiBACT e con il sostegno di Fondazione di Comunità Milano Onlus.

Sarà coinvolta tutta la città dal Castello Sforzesco al Giambellino, da Piazza Duomo all’Ortica e Chiaravalle, da Porta Nuova e City Life a Corvetto e San Siro. Alcuni concerti saranno a pagamento e altri gratuiti.

Alla conferenza stampa di presentazione, l’assessore alla Cultura Filippo Del Corno ha sottolineato: “La musica ritorna nei grandi teatri e negli spazi pubblici, nei locali e nei musei, dentro e fuori i confini della città, con un programma di altissima qualità e una costante attenzione alle disposizioni necessarie a contenere la diffusione epidemica. 
Per questo il titolo di questa edizione è “Distanti ma vicini” distanziati fisicamente ma socialmente prossimi, per poter finalmente condividere la gioia della musica dal vivo”.

Il calendario è stato rivisto sia per le defezioni dell’ultim’ora come quelle di The Comet is Coming, Sarathy Korwar, Michael League Bill Laurance sia per rispettare le nuove limitazioni orarie imposte dall’ultima ordinanza della Regione che impone il coprifuoco dalle 23:00 alle 05:00 del mattino.
In molti casi alcuni eventi sono stati accorpati come il concerto di apertura che si terrà alla Triennale alle 20:00 e vedrà esibirsi il trio Danilo Rea al pianoforte, Massimo Moriconi al basso ed Alfredo Golino alla batteria per “Tre per una”, omaggio a Mina con la partecipazione di Massimiliano Pani, figlio della cantante.
Stesso orario per il sassofonista James Senese e il complesso Napoli Centrale sabato 24 ottobre al Dal Verme e Paolo Fresu giovedì 29 ottobre che si esibirà al Conservatorio.
I concerti di Vinicio Capossela al Blue Note del 31 ottobre e Stefano Bollani al Conservatorio del 1 novembre sono, invece in fase di definizione.

Per informazioni sul calendario dei concerti e i biglietti si rimanda al sito di JazzMi.

La cultura e la musica, dunque, non si fermano. Questo lo spirito della manifestazione che, per dirla con le parole del trombettista Paolo Fresu: “JazzMi aiuterà tutti noi a sconfiggere la paura”.