Home Città Metropolitana Cronaca Omicidio Nicolò Savarino, il Comune di Milano ammesso come parte civile

Omicidio Nicolò Savarino, il Comune di Milano ammesso come parte civile

Palazzo di Giustizia

La Corte d’Assise di Milano ha ammesso il Comune del capoluogo lombardo come parte civile nel processo contro Milos Stizanin per l’uccisione di Nicolò Savarino, agente di Polizia Locale, avvenuta nel gennaio 2012. Stizanin era in auto con Remi Nikolic quando la stessa travolse Savarino. Fu arrestato nel 2012 ed estradato in Italia l’anno dopo dopo aver tentato la fuga all’estero. Condannato a due anni e mezzo per favoreggiamento, è ora indagato per concorso in omicidio volontario dopo l’annullamento della sentenza deciso lo scorso anno dalla Cassazione.

“Questa vicenda – spiega il comandante della Polizia Locale Marco Ciacci – ha profondamente turbato il Corpo. Si è trattato di un omicidio feroce nei confronti di un Agente che stava svolgendo il suo lavoro quotidiano. La decisione di procedere con l’accusa di omicidio volontario era per noi tutti il segno della volontà di fare chiarezza e giustizia per il nostro collega e la sua famiglia”.