Home Milano In Città Airbnb, accordo con il Comune per la tassa di soggiorno

Airbnb, accordo con il Comune per la tassa di soggiorno

Gli ospiti del circuito Airbnb, e degli altri portali di home sharing, pagheranno con ogni probabilità 3 euro al giorno di tassa di soggiorno. La cifra esatta deve ancora essere definita ma i 3 euro sono la soluzione più probabile tenendo conto che ha Milano negli hotel si paga dai 2 ai 5 euro al giorno a seconda del numero di stelle, suddivisione che con le case in affitto non si può fare. La decisione segue il decreto legge del governo che ha trasformando i portali come quello americano in sostituti di imposta con la cedolare secca del 21 per cento
Il Comune dovrebbe ricavare tra i 2 e i 3 milioni annui da questa tassazione, con il mercato di airbnb in grande crescita nel capoluogo lombardo. Milano è seconda in Italia per numero di inserzioni di questo tipo, con 16.000 annunci di case e circa 500.000 turisti che tra nell’ultimo anno hanno soggiornato con questa modalità.