Un giorno in più di smart working ai neo-papà: l’iniziativa di Palazzo Marino

L'annuncio alla presentazione della Settimana del Lavoro Agile

“Vogliamo sperimentare l’introduzione di un giorno in più di smart working per tutti i neo papà presenti nell’organico dell’Amministrazione Comunale, in aggiunta alle tre giornate al mese previste fino ad oggi e al congedo obbligatorio introdotto dalla legge. Questo al fine di favorire una migliore conciliazione vita-lavoro e una condivisione maggiore delle responsabilità e delle gioie della genitorialità incrementando allo stesso tempo il ricorso a nuovi modelli di lavoro”.

Con queste parole l’assessore comunale alle politiche per il lavoro di Milano, Cristina Tajani, ha annunciato un provvedimento in favore dei neo papà, all’interno della presentazione alla stampa della Settimana del Lavoro Agile, in programma dal 21 a 25 maggio e giunta alla seconda edizione. All’iniziativa collaborano Cgil, Cisl, Uil, Assolombarda, Confcommercio Milano, ABI, Unione Artigiani, Città metropolitana, APMI, ANCI Lombardia, Camera di Commercio di Milano, Apa Confartigianato, Valore D, Federdistribuzione e SDA Bocconi.