La “Cenerentola di Rossini” allo Spazio Teatro 89

A 150 anni dalla morte di Rossini, lo Spazio Teatro 89 lo ricorda con La Cenerentola.

Si conclude la stagione lirica organizzata dall’associazione VoceAllOpera presso lo Spazio Teatro 89 di Milano. Il prossimo appuntamento è in programma dal 9 al 13 maggio con “La Cenerentola” di Gioacchino Rossini, nell’anno in cui si celebra il 150° anniversario della sua morte.

A firmare la regia è Gianmaria Aliverta, direttore artistico della stagione e presidente di VoceAllOpera.  Lo spettacolo mette da parte l’anima fiabesca della vicenda che, invece, viene calata nel mondo dell’Alta moda, luogo in cui apparenza ed essenza, arrivismo e umiltà sono costantemente in lotta fra loro. Angelina, con la sua bontà d’animo e la sua semplicità, riuscirà a venire fuori da un mondo di squali e a conquistare il cuore di Don Ramiro.

La direzione dell’Orchestra Testori sarà affidata a Marco Alibrando (classe ’87, alle spalle esperienze al Rossini Opera Festival di Pesaro e in grandi orchestre italiane) nella serata dell’11 maggio, mente domenica 13 sarà affidata a Jacopo Suppa (classe ’93, già apprezzato violista e responsabile d’orchestra in svariate produzioni di VoceAllOpera), al suo debutto in questa veste.

VoceAllOpera da otto anni a questa parte continua a dare la possibilità a giovani cantanti di emergere, e per molti artisti, come Michele Spotti, Maria Mudryak, Chiara Isotton, Barbara Massaro, Elena Caccamo, Niccolò Donini, l’associazione ha rappresentato un vero e proprio trampolino di lancio.

Le scenografie ideate da Aliverta e Alessia Colosso sono state realizzate dagli ospiti della comunità psichiatrica riabilitativa “La Casa di Anania” della Fondazione Castellini di Melegnano, in cui è attivo un laboratorio di falegnameria.