Home Milano Zona 1 Cronaca Milano Zona 1 Notte di scontri a Milano: il bilancio

Notte di scontri a Milano: il bilancio

scontri
Gli scontri del 26 ottobre a Milano - Fonte foto la Repubblica

Il bilancio degli scontri che ieri sera hanno animato il centro di Milano parlano di un poliziotto ferito, per fortuna in maniera non grave, 15 persone portate in Questura e 2 fermi.

La manifestazione, non autorizzata e nata dal tam tam sui social, ha riunito circa 400 persone, per lo più giovanissimi, in piazzale Loreto. Scopo del corteo era sfilare fino a Porta Venezia per protestare conto le misure anti covid e contro l’ultimo decreto del Governo.
Il corteo gridava frasi contro il premier Conte e ripeteva la parola “libertà”.

Peccato che, a differenza delle proteste pacifiche delle categorie di esercenti davvero colpite dalle restrizioni, le caratteristiche di questo corteo fossero la violenza e la devastazione.
Violenza contro i Poliziotti, in tenuta antisommossa, bersaglio di una sassaiola e del lancio di bottiglie. C’era anche una molotov che è stata lanciata contro un’auto di pattuglia, ma senza riuscire a fare danni.
Devastazione perché man mano che il corteo procedeva, le transenne usate per circoscrivere il tragitto del Giro d’Italia venivano sfondate e lanciate lungo i gradini delle stazioni del metrò, i cassonetti erano rovesciati, gli spartitraffico staccati, le vetrine distrutte.

E ancora lancio di petardi di petardi e bombe carta, cariche della Polizia e lancio di lacrimogeni.
Un gruppo di facinorosi si è poi diretto verso il palazzo della Regione contro il quale sono partiti il lancio di oggetti e un tentativo di assalto poi respinto.
Il corteo è stato disperso intorno alle 22:30.