Home Sportivamente Perdono volley e hockey ghiaccio, rugby ancora fermo

Perdono volley e hockey ghiaccio, rugby ancora fermo

122
0

Ancora una volta è il tie-break a risultare indigesto per la Revivre Axopower Milano. Ospite al PalaEstra di Siena, la squadra di coach Andrea Giani arriva fino al quinto e decisivo set ma cede nel rush conclusivo. Alla fine i parziali segnano 25-23, 19-25, 25-20, 20-25, 15-13. Mvp del match Saeid Marouf, autore di due punti ma soprattutto di un’ottima regia. Ancora una volta, come nella gara persa contro Monza, Milano va avanti nel primo set ma non riesce a chiudere i conti e alla fine lascia il parziale per strada. I meneghini si riscattano nel secondo grazie a una grande prova dell’olandese Nimir, ma crollano di nuovo nel finale della terza frazione dopo essere rimasti testa a testa con i toscani. Il quarto set, vinto, serve per allungare nuovamente i tempi, ma nel tie-brak risultano decisivi due servizi del regista iraniano Marouf. La sconfitta, più che per le modalità, è dura da digerire per la situazione di classifica dei toscani, che solo grazie al successo contro Milano risalgono a 5 punti e restano la penultima forza della Superlega maschile.

Perde anche l’Hockey Milano Rossoblu nel quindicesimo impegno dell’Alps Hockey League. A superare i meneghini ci pensano, nonostante il fattore campo a sfavore, gli uomini dell’EKZ che con questa vittoria per 3-6 balzano a quota 20. Gli ospiti scappano con Oakley e Dinhopel, quindi va a segno Doucet ma ci pensano LeBlanc, Widen e di nuovo Dinhopel a portare la situazione fino all’1-5. Terzago prova a ridurre lo scarto, ma Vala sigla il sesto gol dell’EKZ e Verreault-Paul chiude i conti fino al 3-6. Milano è ora terzultima con 8 punti.

Fermo nell’hockey inline il campionato di Serie A, a cominciare è stato il torneo Elite, con due defezioni dell’ultimo momento: Edera Trieste e Dinamity Horjul (dalla Slovenia) si sono ritirate in extremis lasciando il campionato a otto partecipanti. La formula del campionato è stata rivista con un girone all’italiana andata e ritorno fatto di 14 gare per squadra, una seconda fase con due girone e gare di andata e ritorno per le otto qualificate e le finali nazionali tra le prime sei nella terza e ultima fase. Al campionato partecipano i talenti delle annate 2001 e 2002. Benissimo Milano e Cittadella, che si affronteranno nel prossimo turno del massimo torneo italiano. Il Quanta vince due volte, una al mattino contro il Real Torino per 5-3 e una al pomeriggio per 7-0 contro il progetto Lazio ed è già prima a sei punti con i veneti.

Campionato fermo anche per quanto riguarda il rugby Serie A, che resterà ai box ancora per un paio di settimane in attesa che terminino gli impegni della Nazionale italiana nei test match di questi giorni. Spazio dunque alle categorie giovanili delle tre formazioni che fanno parte dell’universo della palla ovale di Milano e dintorni, l’As Rugby Milano, il Cus Milano Rugby ASD e il Rugby Parabiago. Si tornerà in campo soltanto alle 14.30 del prossimo 2 dicembre con una serie di impegni fondamentali e un derby tra l’Asr e il Parabiago che potrebbe cambiare le gerarchie tra le due. Milano ha infatti 14 punti in classifica in quattro gare (3 vinte e 1 persa), mentre i futuri ospiti della gara dell’Idroscalo ne hanno 11 (2 vinte, 1 pareggiata e 1 persa) e possono agganciare i rivali. Undici sono anche i punti dell’Accademia Francescato, che accoglierà il Cus Milano Rugby ASD.