Home Solidarietà Electrolux aiuta i bimbi milanesi con genitori ammalati di Covid-19

Electrolux aiuta i bimbi milanesi con genitori ammalati di Covid-19

In questo periodo di estrema incertezza, dove l’emergenza sanitaria ha stravolto la quotidianità di tutti, Electrolux Appliances rimane vicino ai più fragili e indifesi, ai bambini. Anche i più piccoli, infatti, si possono trovare in situazioni difficili e dolorose oppure soli, senza un adulto di riferimento perché ricoverato.

L’azienda ha deciso di sostenere con una donazione Zumbimbi, progetto avviato da La Cordata, una cooperativa sociale che opera sul territorio della Città metropolitana di Milano dove ha appena aperto, in via B. Zumbini 6, un centro di accoglienza per bambini e ragazzi, dai 6 ai 14 anni, i cui genitori sono ospedalizzati per Coronavirus.

Manuela Soffientini, AD Electrolux Appliances: “Per un’azienda come Electrolux, che da sempre si dedica a progetti che possano migliorare la qualità della vita quotidiana nel rispetto della natura, sono anche i piccoli gesti a fare la differenza. Soprattutto in questo difficile momento dobbiamo prenderci cura dei più deboli. Con questa iniziativa vogliamo proteggere e aiutare i bambini per farli sentire accolti anche se lontani dai loro cari.”  

Electrolux ha, inoltre, donato al centro Zumbimbi tutti gli elettrodomestici necessari per le attività quotidiane, dalla cucina alle pulizie.

In più, nelle prossime settimane lo chef Ernst Knam, ambassador Electrolux, manderà delle video ricette che i giovani ospiti potranno seguire con facilità una volta tornati a casa per creare piccoli dolci. Vista, infatti, la delicatezza di questa fase della loro vita i bambini e i ragazzi possono trovare giovamento nelle attività in cucina, rafforzando l’autostima e migliorando l’umore. Claudio Bossi, presidente della cooperativa La Cordata: “Attivare un centro di pronta accoglienza per i minori con genitori ospedalizzati, richiede molte competenze, energie e il sostegno di molte persone e organizzazioni. Sono situazioni molto delicate da affrontare sia sul piano della sicurezza sanitaria che su quello della cura, accudimento e sostegno psicologico dei bambini. Abbiamo bisogno di non sentirci soli in questa sfida. Electrolux non ci ha fatto mancare il suo sostegno e la sua vicinanza. Questo ci dà la forza di continuare con maggior determinazione a svolgere il nostro impegno quotidiano e sostenere le persone fragili, come lo sono i bambini”.