Home Città Metropolitana Cronaca Coronavirus, i sindaci dell’hinterland di Milano chiedono alla Regione un cambio di...

Coronavirus, i sindaci dell’hinterland di Milano chiedono alla Regione un cambio di strategia sui tamponi

Sono 86 i sindaci dell’hinterland di Milano che hanno firmato la lettera inviata a Regione Lombardia per chiedere un cambio di strategia sui tamponi per coronavirus.

“Dal confronto con i medici di base, che hanno il contatto diretto con la popolazione, emerge che a loro giudizio l’epidemia è più diffusa di quello che appare dai dati ufficiali e che conseguentemente il numero di malati è sicuramente più alto – si legge nella lettera promossa da Roberto Maviglia, sindaco di Cernusco sul Naviglio -. Molti cittadini sono a casa con sintomi riconducibili al COVID19 ma non ricorrendo alle cure ospedaliere non vengono sottoposti a tampone e quindi non sono tracciati e non essendo tracciati potrebbero contribuire al diffondersi dell’epidemia. C’è inoltre la situazione delle persone sottoposte a quarantena il cui numero appare assolutamente sottostimato e che quindi rappresenta un aspetto del contagio largamente fuori controllo. Chiediamo per questo a Regione Lombardia di cambiare rotta, di studiare ed attuare con i tecnici delle Aziende Sanitarie e gli esperti di epidemiologia una strategia che punti sulla sorveglianza attiva e sull’assistenza medica domiciliare. E di arrivare alla definizione di un “patto per la salute dei lombardi” esteso a tutti i soggetti coinvolti che condividno una strategia di azione comune”.