Home Diritti Oggi è comunque l’8 marzo

Oggi è comunque l’8 marzo

In questi ultimi anni la Giornata Internazionale della Donna, l’8 marzo, ha sempre più occupato gli spazi mediatici in occasione della sua ricorrenza, tra sincere espressioni dell’importanza e della dignità delle donne e inutili manifestazioni di circostanza.

Oggi, 8 marzo 2020, in questo tempo sospeso per via dell’incertezza scatenata dal diffondersi del coronavirus e dalle conseguenti misure adottate per la nostra regione, sembra finire in secondo piano il significato e il valore di questa giornata. Inevitabile. La paura, la tensione, il venir meno delle certezze, l’invisibilità del ‘nemico’ portano a concentrarsi sulla minaccia del momento, a cercare di ‘fissare’ una situazione sfuggente condiziona la vita di tutti. Per non parlare di chi, come medici e infermieri, lottano senza sosta per aiutare chi ne ha bisogno.

MaPer chi invece è a casa, attende, spera, direi che accanirsi a spendere tutto il proprio tempo – di quel molto che purtroppo si è liberato in questo momento di crisi per chi sta bene e chi non deve accudire altri o altre – a cercare colpevoli, a fissare i numeri e le norme dei provvedimenti, a criticare scelte e immaginare un presente diverso, non serve.

Per un momento oggi va ricordato anche che è comunque l’8 marzo, una data piena di senso e di prospettiva per il futuro, quel futuro che è la cosa che più sembra mancarci in questo presente. Così, non potendo radunarci, incontrarci, manifestare, separati (forse) dal mondo e (almeno per un metro) dagli altri, se siamo chiusi in casa proviamo a fare una cosa semplice, prima di tornare a pensare all’impellente attualità. Andiamo online, cerchiamo una o più pagine che ci raccontano che cosa è di preciso l’8 marzo, da dove nasce, perché è stato istituito, cosa ha portato con sè negli anni. E’ un invito soprattutto per chi non ha mai approfondito. C’è Internet, è alla portata di tutte e tutti. Ed è un buon modo per passare un pezzetto di questa strana giornata.
Perché quando saremo stati così bravi e brave da aver sconfitto il virus, dovremo continuare a procedere sulla strada dei diritti e della parità per tutte e tutti.

Buon 8 marzo comunque.