Home Sport Milano Milan e Inter, vittorie a fatica

Milan e Inter, vittorie a fatica

Giornata positiva per le due squadre meneghine che proseguono la corsa nelle posizioni alte della classifica con due vittorie sofferte. Nell’anticipo di sabato pomeriggio l’Inter espugna il campo del Crotone con due gol negli ultimi minuti di gara. Dopo una partita non brillante, caratterizzata dalla difficoltà di costruire azioni incisive e alcuni interventi decisivi di Handanovic sulle conclusioni degli attaccanti calabresi, è il difensore Skriniar a sbloccare il risultato in mischia, sugli sviluppi di una punizione. A tempo scaduto (ben sette i minuti di recupero) arriva il raddoppio di Peresic.
Nonostante le difficoltà incontrate contro una formazione agguerrita e ben messa in campo dall’allenatore Nicola, la squadra di Spalletti ha se non altro il merito di non scomporsi e di non commettere errori decisivi, come sovente accadeva nella stagione scorsa, quando moltissimi punti sono stati lasciati contro avversari decisamente inferiori sulla carta. Fa ben sperare dunque la capacità di rimanere concentrati anche in una giornata non brillante in cui anche Icardi non è riuscito a dare il consueto contributo in area. Alla fine dunque tre preziosissimi punti che la mantengono in testa a punteggio pieno con Juventus e Napoli, entrambe vittoriose con facilità contro Sassuolo e Benevento.

Il Milan ha vinto per 2-1 il confronto con l’Udinese, pur facendo un passo indietro rispetto alla partita di Europa League vinta agevolmente a Vienna. La squadra di Montella fatica e sbaglia – regalato da un grossolano errore difensivo il gol del momentaneo pareggio di Lasagna – ma riesce ad imporsi grazie alla grinta e all’abilità in area del neo-acquisto Kalinic che realizza una doppietta con due marcature di rapina. “Spero di vincere anche partite sporche” aveva dichiarato alcuni giorni fa Montella. E’ stato accontentato, anche se nel dopo partita ha sottolineato che la vittoria è stata voluta con forza e meritato in virtù di quanto visto comunque in campo.
La squadra rossonera ha dedicato questo successo al terzino Andrea Conti, appena operato per la rottura del crociato e che dovrà restare lontano dai campi per sei mesi.