Cityrumors Milano
Notizie locali Milano e provincia

White Street Market al Base Milano

Il primo Festival di Fashion e Street Culture approda a Milano.

Il 16, 17 e 18 giugno al Base di Milano approda il White Street Market, il primo Festival di Fashion e Street Culture, che ospiterà i buyer provenienti da tutto il mondo per la Fashion Week e il pubblico di curiosi o appassionati.

Si tratta di una manifestazione pensata per le aziende del mondo sportswear e streetwear e per tutti gli appassionati di subculture underground. La kermesse non si concentra solo su collezioni di moda, ma anchesu  workshop, mostre, showcase ed eventi musicali.
Tra le aziende più importanti che parteciperanno all’evento ci sono: Adidas, Sergio Tacchini, G-Shock, Patagonia, Gabber Eleganza, Fair Play La Martina, White Walls Worldwide, e molte altre.

Sono due le tematiche principali: subculture e sostenibilità. Da una parte c’è la celebrazione dei gruppi che hanno creato dei movimenti culturali, oltre che stilistici: Breakdance, Punk, Surfers, Mods, Teddy Boys e Skaters saranno raccontati attraverso immagini recuperate dagli archivi di Getty Images. Dall’altra c’è il futuro dello streetwear, sempre più incentrato al green e ai progetti studiati per difendere il pianeta.

All’interno ci sarà anche una gaming area dedicata agli amanti dei videogame, mentre il sound design sarà curato da Club To Club, il festival italiano di riferimento per la musica elettronica.

L’obiettivo principale di White Street Market è quello di coinvolgere brand differenti tra loro, affiancando grandi aziende con realtà indipendenti, riconquistando l’interesse di marchi che si erano allontanati dai trade show. White Street Market ‘è stato pensato per creare un rapporto diretto con la città e i suoi abitanti, offrendo alla moda e alla tradizionale Fashion Week uno strumento comunicativo efficace e istantaneo.

Un’evoluzione della classica fiera che vede l’integrazione di arte, food, moda e talk.

 

Tra gli appuntamenti da non perdere: domenica 17 giugno, alle ore 16, il docu-film Obey Giant diretto da James Moll e prodotto da James Franco, che racconta la storia di un uomo le cui creazioni, oggi, sono simboli indelebili di quell’arte che nasce come grafica e approda fino al fashion POP. Mentre lunedì 18 giugno si terrà un evento didattico di formazione, con la possibilità, per gli studenti di Fashion Design di imparare dai grandi nomi della moda ad organizzare il proprio brand. Inoltre, gli studenti dei corsi di Fashion and Textile Design potranno indossare i capi delle loro collezioni, realizzate durante l’anno accademico.