Le nuove sale del Museo del Novecento

Il Museo del Novecento, che non riaprirà come previsto il 01 marzo a causa del ritorno della Regione in zona arancione, ha allestito due nuovi spazi dedicati all’arte italiana dagli anni ’20 agli anni ’50.

Occuperanno i piani quarto e quinto e sono il risultato di acquisizione compiute negli anni e mai esposte fino a ora provenienti da fondazioni, archivi e collezionisti privati.
Si potranno così ammirare le opere di Alberto Burri che occupano una sala intera e quelle di Arnaldo Pomodoro, uno dei più importanti artisti milanesi, grazie a un accordo quinquennale stipulato con l’omonima Fondazione.
Altri prestiti al Museo del Novecento provengono, invece, da Archivio Birolli, Claudia ed Enrico Consolandi, Cosetta Dal Cin, Renzo Limana, Patrizia Pizzinato, Loredana Vaccari e Rizzardo Rizzardi.

A proposito della nuova battuta di arresto per il mondo della cultura, l’assessore Filippo Del Corno ha detto: “non è possibile che il lavoro che è stato fatto per la riapertura di questo museo oggi possa essere interrotta dalla variazione della fascia di rischio”.