Home Musica Cremona si prende la scena della formazione musicale

Cremona si prende la scena della formazione musicale

Cremona
Fonte foto Dire

Il prossimo primo ottobre, in occasione dell’International Music Day, a Cremona aprirà lo Stauffer Center for Strings, il primo centro musicale internazionale interamente dedicato agli strumenti ad arco nonché nuova sede dell’Accademia Stauffer.

Prenderà così vita un’unica piattaforma di cooperazione artistica, concepita da Paolo Petrocelli, direttore generale dello Stauffer Center, per sostenere i migliori talenti delle future generazioni di musicisti attraverso corsi erogati in formula interamente gratuita, per un numero selezionato di allievi, grazie alle borse di studio a copertura totale sostenute dalla Fondazione Stauffer.

Al centro di questo nuovo, ambizioso progetto, ci sarà un programma accademico senza precedenti, che vede protagonisti oltre 40 artisti di fama internazionale in veste di docenti d’eccezione e la nascita degli Stauffer Labs, nuovi dipartimenti creativi per la ricerca musicologica, la composizione, la liuteria, la produzione musicale, il management artistico e l’innovazione e i media.

“Grazie alla solidità e alla lungimiranza della Fondazione Stauffer – ha sottolineato Petroncelli – abbiamo creato un’opportunità straordinaria: realizzare un progetto culturale unico al mondo, concepito per chiamare a raccolta su Cremona le migliori eccellenze artistiche a livello internazionale, a sostegno delle future generazioni di musicisti”.
“Abbiamo sviluppato una visione artistica nuova – ha aggiunto – , fondata sui principi di innovazione, internazionalità, sostenibilità e qualità assoluta […] Con il progetto del Center, dell’Accademia e dei Labs, la Stauffer accompagna così Cremona a schierarsi definitivamente tra le più importanti capitali mondiali della musica”.

Tra le principali novità del programma accademico 2021/2022 ci sono: il primo corso di alto perfezionamento al mondo per concertmaster tenuto dai primi violini, alla guida delle dieci principali orchestre europee; il “Creative Associates Program”, una serie di corsi di formazione per esplorare linguaggi e culture musicali del mondo promuovendo una visione artistica sempre più inclusiva; le residenze artistiche realizzate in partnership con alcune tra le più prestigiose organizzazioni accademiche internazionali e la prima Biblioteca Digitale Universal Edition al mondo. La nuova accademia sarà, inoltre, la prima All-Steinway School d’Italia.

Le iscrizioni saranno aperte il prossimo 28 giugno.