Home Città Metropolitana Le regole per la Lombardia zona arancione

Le regole per la Lombardia zona arancione

sviluppo

Da oggi la Lombardia è di nuovo in zona arancione dopo 28 giorni di restrizioni. Restano in vigore le regole base imposte dalla pandemia ovvero distanziamento sociale, uso della mascherina e lavaggio frequente delle mani così come il coprifuoco dalle 22:00 alle 05:00.

Ci sarà libertà di movimento all’interno del proprio comune ma non ci si potrà spostare in quelli vicini o in una regione diversa a meno che non si presenti autocertificazione per comprovati motivi di lavoro, salute o altra necessità. Coloro che abitano in un comune con meno di cinquemila abitanti potranno spostarsi nel raggio di 30 km da casa purché non si tratti dei capoluoghi di provincia.
È consentita una sola visita quotidiana a parenti o amici, all’interno dello stesso comune, al massimo per 2 persone con in più figli minori di 14 anni o persone disabili o non autosufficienti conviventi.

Dopo il rientro degli studenti fino alla prima media, già avvenuto subito dopo Pasqua, tornano in classe anche le classi seconda e terza mentre per le superiori il rientro sarà tra il 50 e il 75% mantenendo, comunque, una quota di didattica a distanza.

Per quanto riguarda gli esercizi commerciali, riaprono parrucchieri, centri estetici e altri negozi non alimentari anche all’interno dei centri commerciali a eccezione dei week end, prefestivi e festivi.
Nei mercati all’aperto tornano i banchi di prodotti non alimentari.

Bar, ristoranti , gelaterie e pasticcerie restano aperti solo per l’asporto fino alle 18:00 e senza limiti di orario per la consegna a domicilio.

Resta il fermo per palestre e piscine e per tutto ciò che è legato alla cultura così come per le sale gioco.
Per l’attività sportiva individuale restano in vigore le solite regole: 2 metri di distanziamento da altre persone, in caso di corsa o bicicletta si potrà sconfinare in quello vicino purché poi si faccia rientro nel proprio; passeggiata consentita all’interno del proprio Comune.

Per una panoramica di tutte le regole in vigore si rimanda al sito della Regione.