Home Milano Zona 1 Cronaca Milano Zona 1 Identità SPID: dal 12 ottobre si potrà richiedere all’anagrafe di via Larga

Identità SPID: dal 12 ottobre si potrà richiedere all’anagrafe di via Larga

Spid
Spid - fonte foto regione.lombardia.it

Il Comune di Milano offre la possibilità di richiedere, gratuitamente, l’identità digitale SPID – Sistema pubblico di identità digitale – presso gli Uffici dell’anagrafe di via Larga 12.
Dal 12 ottobre, infatti, sarà possibile prenotare il servizio online e poi accedere a uno dei due sportelli dedicati a questa operazione.
L’identità digitale può essere richiesta da tutti i cittadini maggiorenni che vogliono accedere, in sicurezza, ai servizi della Pubblica amministrazione, anche da smartphone scaricando l’apposita app.
Il progetto è stato reso possibile dalla collaborazione tra il Comune, la Camera di Commercio e InfoCert, uno degli Identity Provider accreditati.
A commento dell’iniziativa, Roberta Cocco, assessore alla Trasformazione digitale e Servizi civici, ha detto: “Attraverso questo nuovo servizio ci auguriamo di portare Spid sugli smartphone di tutti i cittadini milanesi.
Il Comune di Milano ne ha promosso da tempo la diffusione e l’utilizzo e i nostri servizi online prevedono già l’accesso con SPID. Oggi aggiungiamo un altro tassello nel nostro percorso di trasformazione digitale e lo facciamo mettendo al centro i cittadini. Grazie al supporto dei nostri operatori, formati da Camera di Commercio che ringrazio per la collaborazione, avere Spid sarà facile e veloce.
Inoltre, per tutti i dubbi, le domande e le curiosità il giorno dell’appuntamento sarà disponibile un piccolo manuale di istruzioni per l’uso”.

Un concetto ribadito anche da Elena Vasco, Segretario Generale della Camera di Commercio: “Stiamo assistendo a un rapido cambiamento nella direzione di un territorio sempre più smart e digitale, un cambiamento culturale che era già in atto, ma che di fronte all’emergenza Covid le istituzioni sono chiamate ad accelerare e rafforzare. Il rilascio di SPID presso l’Anagrafe comunale va in questa direzione […]. Un ulteriore passo del percorso che da tempo stiamo condividendo con il Comune di Milano per costruire una città digitale e innovativa proiettata nel futuro”.