Home Mobilità Milano aggiunge 11 nuove aree 30 km/h

Milano aggiunge 11 nuove aree 30 km/h

aree

Il nuovo codice della strada prevede la creazione di aree con traffico a velocità limitata a 30 km/h.

Saranno aree che consentiranno di armonizzare la convivenza tra automobili, pedoni e nuovi mezzi di mobilità sostenibile, dalle biciclette ai monopattini oltre a contribuire alla riduzione dello smog cittadino.
“Le operazioni puntano a rimodellare i quartieri – afferma l’assessore alla mobilità Marco Granelli – facendoli diventare sempre più luoghi di vita, incontro, commercio di prossimità e non solo posti di passaggio in una logica di città policentrica”.
L’idea, inoltre, è quella di realizzare una città a 15 minuti, ovvero quartieri in cui i residenti sono in grado di raggiungere tutti i principali punti d’interesse per la propria quotidianità un quarto d’ora a piedi.
Al momento a Milano queste aree occupano diverse zone della città per una superficie totale di 6,9 km quadrati e sono nate sia con interventi strutturali come gli attraversamenti rialzati – le così dette castellane – i dissuasori e la delimitazione attraverso la piantumazione di nuovi alberi sia con la semplice segnaletica su strada.
Entro la prossima primavera, indicativamente entro il mese di maggio, il Comune ha previsto di realizzare altre 11 zone a 30km che andranno a coprire altri 12,5 metri quadri di suolo pubblico.
Il primo dei nuovi interventi  prossimi interventi riguardà NoLo (che sta per North of Loreto) – via Palmanova, il Naviglio della Martesana e via Ferrante Aporti. Sarà interessata un’area di 3,3 chilometri con nuovi cartelli, cantieri per realizzare le castellane, l’allargamento dei marciapiedi più larghi, 300 metri quadrati di nuovo verde e 40 alberi.

A seguire, gli altri interventi riguarderanno:
– il quartiere Qt8;
– Isola;
– Quarto Oggiaro -Vialba;
– Vigentino;
– San Gottardo;
– Bovisa;
– Giambellino;
– Corvetto;
– Rogoredo-Santa Giulia-Merezzate;
– Salomone-Mecenate-Ungheria.

Nelle intenzioni del Comune dovrebbero poi essere coinvolti anche Bovisa, Baggio, la zona in fondo a viale Certosa, Niguarda e Bruzzano-Affori.
In alcune di queste aree, inoltre, potrà essere applicata la nuova norma stradale che autorizza il doppio senso ciclabile anche nelle strade a senso unico per le auto.