Home Arte Palazzo Reale dedica una mostra al pittore Georges De La Tour

Palazzo Reale dedica una mostra al pittore Georges De La Tour

Georges De La Tour
Georges De La Tour

Si intitola L’europa Della Luce la nuova mostra che il Palazzo Reale di Milano dedica a uno degli artisti più famosi del Seicento, Georges de La Tour. Un artista che non potremmo conoscere se non esistesse la storia dell’arte. Infatti Georges de La Tour, sconosciuto per più di due secoli, fu riscoperto e portato all’attenzione da Herman Voss, uno studioso tedesco che, nel 1915, gli attribuì due dipinti.

Quella di Palazzo Reale è particolarmente importante perché si tratta della prima mostra in Italia dedicata a Georges de La Tour, i cui capolavori vengono messi in dialogo con quelli di altri artisti del suo tempo come Gerrit van Honthorst, Paulus Bor, Trophime Bigot, e altri. In questo modo, l’esposizione propone una riflessione sulla pittura dal naturale e sulle sperimentazioni luministiche, per indagare gli aspetti più misteriosi di un artista che ancora oggi risulta enigmatico.

La mostra a Palazzo Reale e gli studi del catalogo riflettono su alcuni soggetti tipici di Georges De La Tour e degli altri pittori con cui viene messo a confronto: si tratta di immagini straordinarie, potenti e liriche, di santi e mendicanti, di scene di gioco e di rissa, di raffigurazioni sofisticate della notte. Quella di De La Tour  è una pittura caratterizzata da un profondo contrasto tra i temi “diurni”, affetti da un profondo realismo e che si concentrano sugli aspetti più duri della realtà (con volti segnati dalla povertà e dal tempo) e i temi “notturni”, dove emergono figure illuminate dalla luce di una candela.

Il percorso della mostra ospita anche una ventina di opere di artisti come Paulus Bor, Jan Lievens, Throphime Bigot, Frans Hals con due magnifici ritratti di apostoli, Jan van Bijlert, Gerrit Van Honthorst conosciuto in Italia come Gherardo delle Notti con la splendida Cena con sponsali dagli Uffizi, Adam de Coster, Carlo Saraceni con una bellissima Natività da Salisburgo.

Si prensenta quindi come un progetto complesso, che ha coinvolto alcune delle più grandi istituzioni internazionali come la National Gallery of Art di Washington D.C., il J. Paul Getty Museum di Los Angeles, e tanti altri istititu da Paesi di tutto il mondo. Cruciale anche la partecipazione di alcuni importanti musei italiani come la Galleria degli Uffizi, la Pinacoteca Vaticana, la Galleria nazionale d’Arte Antica-Palazzo Barberini.

Tra i capolavori in mostra di Georges De La Tour si annoverano opere straordinarie come: Maddalena penitente, La rissa tra musici mendicanti, Il Suonatore di ghironda col cane, Il denaro versato, I giocatori di dadi, La negazione di Pietro, Giovane che soffia su un tizzone, Educazione della Vergine. Si tratta di un’esposizione unica perché ospita al suo interno 15 delle 40 opere in totale attribuite all’artista.

L’appuntamento con la mostra L’europa Della Luce dedicata a Georges De La Tour e a pittori a lui contemporanei è a Palazzo Reale da venerdì 7 febbraio a domenica 7 giugno 2020.

Per maggiori informazioni: https://www.palazzorealemilano.it/