Legnano, il Comune è sciolto: si va alle elezioni

    La città di Legnano va verso le elezioni. Il prefetto di Milano ha avviato la procedura di scioglimento dell’amministrazione comunale, a Primavera i cittadini sceglieranno il successore del primo cittadino Gianbattista Fratus, arrestato insieme a due assessori con le accuse di turbativa d’asta e corruzione elettorale. Cristiana Cirelli sarà commissario per la gestione provvisoria.

    Proprio ieri il Tar Lombardia ha accolto la richiesta del ‘Comitato per la legalità di Legnano’ di sospendere i decreti di surroga dei consiglieri dimissionari. “Il potere di surroga risulta esercitato in modo illegittimo, perché riferito ai componenti di un organo collegiale privo del quorum costitutivo, in base alla disciplina statutaria di riferimento. La revoca delle dimissioni da parte del sindaco del Comune di Legnano rende attuale e concreto il periculum in mora dedotto dai ricorrenti e riferito al pregiudizio, derivante dagli atti impugnati, all’interesse giuridicamente rilevante di cui sono portatori”, sono le motivazioni dei giudici del Tar.