Accoltellò Bettarini jr, andrà ai domiciliari

    bettarini

    Il trentenne Davide Caddeo, uno degli aggressori di Niccolò Bettarini nella notte tra il 30 giugno e il 1° luglio dello scorso anno davanti alla discoteca Old Fashion di Milano, è stato scarcerato dal giudice per le indagini preliminari di Milano, Guido Salvini. La scarcerazione è avvenuta tenendo conto dei problemi di tossicodipendenza di cui soffre il ragazzo fin dall’età adolescenziale. Guai che hanno spinto il gip alla decisione di farlo uscire dal carcere, pur mantenendo la misura degli arresti domiciliari. L’uomo dovrà lavorare all’interno di una comunità e frequenterà un centro di recupero per i tossicodipendenti in cui sarà costretto a curarsi.

    Caddeo era stato condannato di recente a 9 anni di carcere proprio per quanto accaduto l’estate scorsa, quando un gruppo di persone (tra cui il trentenne) aggredì Bettarini junior. Gli altri condannati sono Andi Arapi (5 anni), Alessandro Ferzoco (5 anni e 6 mesi) e Albano Jakej (6 anni e mezzo).