Home Arte e cultura Pino Pinelli, pittura oltre il limite

Pino Pinelli, pittura oltre il limite

Palazzo Reale ospita Pino Pinelli (Catania, 1938), pittore italiano tra i principali esponenti della Pittura Analitica. Otto sale per quaranta opere per ripercorrere il lavoro dell’artista, in rapporto ad un percorso sempre rinnovato che prosegue alle Gallerie d’Italia di Piazza della Scala che accolgono un’installazione inedita dell’artista siciliano.
All’interno del percorso, sarà proiettato un video documentario “La Luce di Pino Pinelli. La vita e le opere di un maestro italiano” (2016), documentario di Mimmo Calopresti sull’arte del maestro siciliano.
Autore di fama internazionale, dagli anni Sessanta, Pinelli è protagonista di un genere di pittura che si definisce attraverso la monocromia, il superamento della forma-quadro, il valore sensibile del colore e della disseminazione. In quel periodo proprio in Italia nasce una vera e propria rivoluzione stilistica. Gli artisti iniziano a sentirsi stretti nel quadro, inteso come insieme di tela e cornice. Pinelli destrutturava il quadro attraverso la divisione di un perimetro in elementi angolari che vanno a definire il vuoto della parete interno, il campo di attenzione si sposta all’intera superficie e allo spazio nel suo complesso.
Il progetto nato dal Comune di Milano e Cultura Palazzo Reale, e in collaborazione con l’Archivio Pino Pinelli e con Gallerie d’Italia, è a cura di Francesco Tedeschi.
Il progetto fa parte della rassegna estiva di esplorazione arte contemporanea, il quale ha presentato quarto artisti dei nostri anni: Agostino Bonalumi, Alik Cavaliere e Pino Pinelli a Palazzo Reale, Agostino Ferrari al Museo del Novecento.