Home sanità Produzione e commercio di farmaci illegali: 13 arresti

Produzione e commercio di farmaci illegali: 13 arresti

I Nas hanno arrestato questa mattina tredici persone facenti parte della ‘ndrangheta di San Luca, ritenute responsabili della produzione e del commercio di farmaci illegali in Iran, Iraq e Cina, attraverso l’utilizzo di marchi contraffatti. Il giro d’affari scoperto si aggira attorno ai venti milioni di euro. Tra i marchi utilizzati c’era anche quello del “Contramal”, meglio conosciuta come la droga del combattente, utilizzata anche dai militanti dell’Isis.

Le province in cui sono scattate le undici perquisizioni, i 37 ordini di esibizione documenti e i tredici arresti sono quelle di Milano, Monza, Roma, Napoli e Lucca. Le accuse vanno dall’associazione a delinquere finalizzata alla truffa ai danni dell’Erario, truffa ad aziende farmaceutiche, autoriciclaggio, ricettazione di farmaci, somministrazione di medicinali in modo pericoloso per la salute pubblica ed emissione di fatture per operazioni inesistenti.

Tra le farmacie coinvolte anche una in Caiazzo, nel centro di Milano, il cui titolare Giampaolo Giammassimo è ritenuto a capo dell’organizzazione.