Home In evidenza Scontro a Monza per la raccolta firme di CasaPound

Scontro a Monza per la raccolta firme di CasaPound

Degenerato in uno scontro il  banchetto organizzato a Monza da Casapound per la raccolta firme in vista delle elezioni.

Lo scontro si è creato tra i militanti di destra di Lealtà Azione e un gruppo di antagonisti, in parte arrivati dal centro sociale monzese Boccaccio, in parte da Milano, Como, Desio e altre località della Brianza. Nello scontro sono rimasti feriti due poliziotti, a causa del lancio di oggetti, e un militante di Lealtà Azione è rimasto ferito alla testa in modo non grave. Sedici sono le persone denunciate per rissa. Quaranta, invece, gli antagonisti identificati e denunciati per manifestazione fatta senza preavviso.

Un gruppo di circa cinquanta militanti di sinistra ha organizzato un picchetto di protesta a poca distanza dal banchetto di Casapound  situato a piazza Garibaldi. I poliziotti hanno tenuto a freno la situazione fino a quando  non sono arrivati una decina di ragazzi di Lealtà Azione, gruppo politico di estrema destra, che ha dato vita al conflitto. Tavolini da bar, sassi e bastoni sono stati lanciati tra le forze avversarie. Fortunatamente non ci sono stati feriti gravi. Le forze dell’ordine hanno poi ristabilito la calma definitiva.

l