Il cielo di Kabul è molto blu allo Spazio Teatro No’hma

Raccolta di lettere del libro di Ferdinando Rollando.

Domenica 24 giugno alle ore 17:00 presso lo Spazio Teatro No’hma Teresa Pomodoro si terrà lo spettacolo Il cielo di Kabul è molto blu per la regia di Marco Rampoldi.

La rappresentazione teatrale riguarda la straordinaria storia di Ferdinando Rollando, per gli amici di tutto il mondo semplicemente “Nando”, la guida alpina italiana che sfidò l’impossibile portando lo sci a Kabul. La voce narrante è di Giovanni Crippa, che emoziona con il toccante racconto di un viaggiatore del mondo.

Giovanni Crippa, alternandosi alle canzoni dei Nuovi disertori capitanati da Nicola Rollando, fratello di Nando, farà rivivere al pubblico le parole giunte agli amici attraverso le mail raccolte da Antonio Bettanini nel libro Il cielo di Kabul – La storia del Mullah dello sci.  Marco Rampoldi adatta per il teatro questa raccolta di lettere e racconti che narrano la storia di un uomo capace di credere che l’assurdo potesse divenire possibile. Accompagnato da una forte attenzione per il sociale, visionario, coraggioso, Ferdinando Rollando ha offerto nuove possibilità  attraverso la diffusione di attività alpinistiche, un progetto che potesse diventare una risorsa economica e sociale.