La signorina Julie in scena al Teatro Out Off

Rappresentazione teatrale della tragedia di August Stridberg.

Dal 29 al 31 maggio al Teatro Out Off va in scena in prima nazionale La Signorina Julie di August Strindberg per la regia di Fabio Sonzogni.

 

La signorina Julie è l’opera  più celebrata e perfetta di quel breve periodo (1886-1888), in cui August Strindberg si avvicinò al naturalismo teatrale. Il racconto si apre con il ricordo della decapitazione di San Giovanni, ordinata dalla vendicativa Erodiate e ottenuta da sua figlia Salomè in una notte di mezza estate. Quella notte tre giovani, Julie, Jean e Kristin, cercano e trovano il loro destino.

 

La signorina Julie danza con servi e contadini alterando e confondendo i piani e le identità. E’ un rito dionisiaco che precede il sacrificio. Anche Jean viene coinvolto nella danza fino a che i due, contessina e servo, faranno l’amore. Nel racconto di questo rito profano, con la struttura propria della tragedia greca, la parte del Coro è affidata a Kristin, la cuoca credente, che assiste alla vicenda con la partecipazione propria del comune sentire, pronta a suturare ferite e ripulire tracce di sangue. Julie, con la lama in mano prima di suicidarsi, esclamerà: E adesso è mia madre che si vendica attraverso di me.