Milano, tentato stupro in via De Amicis

Una ragazza inglese è stata salvata dall'aiuto di un passante che ha sentito le sue richieste di aiuto.

Una giovane studentessa straniera è stata vittima di un tentativo di stupro da parte di due persone nella notte tra sabato e domenica. La vittima, una 20enne di origine britannica, che si trova a Milano da qualche mese per motivi di studio, non ha allertato subito il 112 (non ha riportato ferite né contusioni), ma la mattina dopo si è recata in caserma per sporgere denuncia.

Secondo il racconto della ragazza, il tentativo di stupro è avvenuto mentre stava uscendo da un locale in zona via De Amicis per tornare a casa. Dopo qualche decina di metri è stata avvicinata in strada da due uomini che lei avrebbe descritto come maghrebini: in un attimo, i balordi l’hanno sbattuta a terra, le sono saltati addosso e le hanno tolto i vestiti per violentarla, probabilmente approfittando di uno dei tanti tratti della strada parzialmente coperti dalle recinzioni in cemento dei cantieri della M4. Fortunatamente le sue richieste d’aiuto sono state ascoltate da un passante, che è riuscito a mettere in fuga i due malviventi minacciando di chiamare le forze dell’ordine. A quel punto, la giovane, sotto choc per il drammatico evento, non ha chiamato i soccorsi, ma è rientrata nel suo appartamento. Al risveglio, però, si è recata dai carabinieri per raccontare l’accaduto. Del caso si stanno occupando i militari della Compagnia Duomo.

Le telecamere di sorveglianza presenti nell’area compresa tra Sant’Ambrogio e piazza Vetra potrebbero aver ripreso la fuga dei due aggressori, aiutando così gli investigatori a ricostruire il loro percorso quella notte.