Cityrumors Milano
Notizie locali Milano e provincia

Aggredì un passante con una spranga: “Soffre di schizofrenia”

La perizia potrebbe portare l'aggressore all'assoluzione

Avrebbe problemi di schizofrenia l’uomo che lo scorso 23 gennaio ha aggredito a sprangate, causando la perdita dell’udito, un passante che aspettava il tram in viale Sabotino a Milano. L’aggressore si chiama Frankline Njuakeh, 32 anni, è originario del Camerun. Ha aggredito senza motivazioni apparenti un cittadino serbo che stava aspettando il mezzo di trasporto pubblico.

La consulenza psichiatrica disposta dal pm Isabella Samek Lodovici avrebbe però evidenziato un problema di schizofrenia che se confermato dal giudizio varrà l’assoluzione al trentaduenne, applicando una misura di sicurezza. L’analisi sul paziente è stata richiesta dopo che i medici del carcere di San Vittore avevano segnalato dei possibili disturbi psichici da parte del detenuto.

Secondo quanto ricostruito, in quel 23 gennaio l’aggressore avrebbe preso a sprangate la propria vittima, quindi si sarebbe liberato di alcune persone che stavano cercando di disarmarlo e avrebbe colpito con la stessa spranga alcuni motorini in sosta nella zona.