Rapina e accoltella la compagna, indagato trentenne

La donna è una disabile di 47 anni

Un trentenne originario della Libia è stato indagato dalla Polizia per aver rapinato e accoltellato la compagna, 47 anni, disabile. Una donna francese, residente in Giambellino, nella parte Sud della città di Milano. Secondo quanto ricostruito dagli agenti, l’episodio risalirebbe allo scorso 10 febbraio. I due avrebbero avuto una storia quando erano entrambi in Belgio, fino a quando l’uomo non è stato arrestato per rapina e furto, finendo in carcere.

Una volta uscito l’uomo si è trasferito in Italia con la donna di mezza età. La vittima avrebbe problemi di alcolismo e depressione, oltre ad avere un ritardo cognitivo. Il giorno in questione avrebbero avuto una lite per futili motivi e il trentenne avrebbe aggredito la compagna portando via 400 euro. La donna sarebbe finita in ospedale con una prognosi di 15 giorni. L’aggressore sarebbe stato trovato nell’appartamento in Giambellino con altri tre pusher, trovati con 27 chili di hashish e arrestati.