Home Prima Pagina Camera di Commercio rinnova il Salone aperto al pubblico

Camera di Commercio rinnova il Salone aperto al pubblico

camera

Sulla spinta della digitalizzazione dei servizi, il Salone della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi è stato completamente ripensato.

Ha così ospitato il convegno “L’Età Ibrida della Pubblica Amministrazione – L’innovazione come metodo”, che è stato l’occasione per analizzare l’impatto della pandemia su imprese e professionisti nella transizione verso il digitale.

Sono intervenuti il presidente Carlo Sangalli, il Segretario generale Elena Vasco, Roberta Cocco consulente del Ministro per l’Innovazione tecnologica e la transizione digitale, Simone Frigerio, General Manager Gruppo Frigerio e Paolo Iabichino Direttore Creativo e Fondatore Osservatorio Civic Brands con Ipsos Italia.

“Se prima, infatti, il digitale era un’opportunità per crescere – ha precisato Sangalli – , con la pandemia è diventato indispensabile per sopravvivere e superare la crisi. Ed è per questo che la Camera di commercio sta investendo sempre più nella digitalizzazione. Lo dimostra il nuovo Salone con lo sportello “ibrido”, umano e digitale che, grazie a processi organizzativi innovativi, è in grado di offrire servizi sempre più efficienti, veloci e accessibili”.

“Oggi – ha aggiunto Elena Vasco – abbiamo due sfide importanti. In primo luogo, un continuo e progressivo investimento nella digitalizzazione dei servizi pubblici, come chiave per la semplificazione e sburocratizzazione della vita amministrativa delle imprese.
Al tempo stesso siamo chiamati a creare nuove occasioni di incontro ad alto valore aggiunto per imprese e professionisti all’interno di spazi che, sfruttando le dotazioni logistiche e tecnologiche innovative come il nuovo Salone, possano diventare luoghi ibridi, in cui digitale e fisico si integrano e generano nuove opportunità per le imprese”.

Lo confermano i numeri: da gennaio a ottobre 2021 sono state circa 107mila le richieste di imprenditori e cittadini gestite digitalmente da Camera di commercio: +63% rispetto allo stesso periodo del 2019.
Un aumento che, seppure accelerato dalle restrizioni Covid, è una tappa importante nel percorso di digitalizzazione dei servizi dell’Ente.

L’integrazione tra fisico e digitale emerge dalle richieste del servizio Agenda (56mila): l’utente scegliendo servizio e sede, può prenotare un appuntamento presso lo sportello fisico nel giorno e nell’ora disponibili.
Seguono le oltre 27mila richieste che riguardano le attività del Registro Imprese, oltre 14mila quelle riguardanti i servizi a sportello e più di 9.500 sono state le interazioni online degli utenti in merito alle attività promozionali dell’Ente (tra cui bandi, assistenze specialistiche, eventi e webinar di formazione gratuiti).