Home Economia Esercizi di periferia: a settembre un bando dedicato

Esercizi di periferia: a settembre un bando dedicato

Camera

Il Comune di Milano, insieme alla Camera di Commercio è tra i promotori del bando “Prossima impresa 2021” che sarà attivo dal mese di settembre a sostegno delle microimprese e degli esercizi di vicinato.

Gli esercizi interessati sono quelli di periferia, dal quartiere Adriano a Gratosoglio, da Quarto Oggiaro a Lambrate, passando per la Barona e la Bovisa sino a Lorenteggio e Vigentino.
I fondi messi a disposizione ammontano a 3,7milioni di euro e sono destinati a imprese ed esercizi costituiti almeno da 12 mesi. Si potranno rendicontare anche gli investimenti sostenuti dalle imprese a partire dal primo gennaio 2021 fino a un massimo di 15mila euro spesi per dehors e dotazioni di sicurezza.

È prevista premialità per le imprese femminili. I contributi a fondo perduto coprono fino al 50% della spesa complessiva, con un massimo di 30 mila euro, oltre a un finanziamento a tasso agevolato, per l’altro 25%, per un ammontare complessivo non superiore a 60 mila euro per ogni progetto.

 “Sosteniamo le imprese già esistenti – ha commentato Cristina Tajani, assessore alle Politiche per il Lavoro, Attività Produttive e Commercio – , triplicando anche le risorse a disposizione per contrastare gli effetti della crisi post pandemica e favorire la ripartenza della città e dei suoi operatori”.

“Il bando intende valorizzare il ruolo delle imprese di prossimità e di vicinato – ha evidenziato Elena Vasco, segretario generale della Camera di commercio – fattori centrali per i processi di rigenerazione urbana, crescita inclusiva, sviluppo sostenibile del territorio”.

“Occorre valorizzare il ruolo delle imprese – ha aggiunto Marco Barbieri segretario generale di Confcommercio Milano – , non soltanto dal punto di vista economico, ma come presidi sociali, per quartieri più vivibili e sicuri”.