Home Alloggi Quartieri: fondi per 130 milioni di euro per la riqualificazione in tre...

Quartieri: fondi per 130 milioni di euro per la riqualificazione in tre zone della città

accoglienza

Tre progetti di rigenerazione destinati ai quartieri Lorenteggio-Giambellino, San Siro e Niguarda sono stati ammessi al finanziamento del Bando del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti del “Programma Innovativo Nazionale per la Qualità dell’Abitare (PINQua).

La cifra stanziata è di 130 milioni di euro con i quali, hanno spiegato dal Comune: “Possiamo potenziare l’offerta per le emergenze abitative, costruire ambienti più vivibili e con maggiori opportunità, ed anche incroci più sicuri, spazi per la pedonalità e la ciclabilità. Tutti gli interventi per i quali abbiamo ottenuto le coperture ministeriali, in sinergia con gli altri progetti già finanziati dall’Amministrazione, porteranno una rinnovata qualità dell’abitare a favore dei residenti, servizi e sostenibilità ambientale e sociale per tutta la comunità milanese”.

Per il quartiere Lorenteggio-Giambellino sono previsti interventi di riorganizzazione del patrimonio edilizio esistente destinato all’edilizia residenziale sociale, una capillare trasformazione della rete di spazi pubblici a partire dall’entrata in esercizio della metropolitana M4 e l’incremento della qualità dell’ambiente naturale.

Per i quartieri Niguarda e San Siro si è partiti dall’individuazione di un immobile di proprietà pubblica da recuperare e riprogettare per destinarlo all’abitazione transitoria a canone sostenibile. L’intenzione è di aumentare sia in quantità sia in qualità le possibilità residenziali transitorie per le persone in difficoltà, come anche per giovani studenti e lavoratori, e nel contempo contribuire alla costruzione di quartieri più vivibili, meglio serviti e capaci di offrire maggiori opportunità a chi li abita. 

Il lotto interessato a Niguarda è quello di via Pianelli per un’area di circa mille metri quadrati. I piani superiori saranno adibiti a residenze temporanee. Il piano terra ospiterà servizi di prossimità aperti al quartiere.
Il progetto prevede anche l’avvio di servizi di accompagnamento differenziati per gli ospiti dell’hub e la creazione di una realtà di micro-imprenditoria che possa offrire anche opportunità lavorative per gli stessi utenti dell’hub. 

A San Siro il progetto riguarderà uno stabile di via Newton per una superficie totale di 1.965 metri quadrati. Anche per questo intervento sono previste misure di accompagnamento sociale sia per supportare nuclei in difficoltà socio-economica in uscita dal servizio abitativo temporaneo verso altre soluzioni più stabili, sia per sostenere la fase di start-up microimprenditoriale attraverso cui creare opportunità di inserimento professionale e avvio di servizi aperti al quartiere.