Home Prima Pagina Atenei 2020 – 2021, la classifica del Censis

Atenei 2020 – 2021, la classifica del Censis

atenei

Il Censis ha presentato l’edizione 2020 – 2021 della classifica sui migliori atenei d’Italia nata con lo scopo di orientare la scelta di chi ha deciso di proseguire gli studi.

Il risultato finale tiene conto di criteri come la valutazione delle strutture disponibili, i servizi erogati, il livello di internazionalizzazione,la capacità di comunicazione 2.0 e l’occupabilità. Sulla base di un questionario sottoposto ai rettori si arriva così all’elaborazione di 64 diverse classifiche.

La pubblicazione è stata anche l’occasione per evidenziare due fattori.
Il primo ha riguardato il tempismo con cui gli atenei hanno fatto fronte alle restrizioni del lockdown mettendosi in condizioni di proseguire lezioni, esami e gestione delle tesi. Il secondo fattore da rilevare è stato la tenuta delle nuove immatricolazioni a fronte di un calo temuto per effetto della pandemia.

Per quanto riguarda gli atenei milanesi:
– nella categoria Politecnici si conferma il primo posto per quello di Milano con il punteggio di 94,3 punti seguito da Venezia , Torino e Bari;

– nella categoria mega atenei – con più di 40mila studenti -, l’Università Statale scende dal sesto all’ottavo posto. Guadagna punti nella categoria occupabilità ma ne perde in borse di studio e servizi per gli studenti;

– nella categoria dei grandi atenei statali – da 20mila a 40mila iscritti – l’Università Bicocca si posiziona settima grazie ai punteggi conquistati per occupabilità, comunicazione e servizi digitali oltre che per i servizi;

– per gli atenei non statali – con oltre 10.000 iscritti – l’Università Bocconi consolida il primo posto con 96,2 punti grazie alle voci internazionalizzazione e borse di studio. Al secondo posto si trova l’Università Cattolica a 80,2 punti, conquistati grazie a servizi e internazionalizzazione.

– tra gli atenei non statali, ma di medie dimensioni – a 5.000 a 10mila – lo Iulm si posiziona terzo con 81 punti, alle spalle della Luiss a 94,2 e della Lumsa (85,8), mentre tra i piccoli – fino a 5.000 iscritti – l’Università San Raffaele sale in sesta posizione con 80,6 punti.