Home Politica Inchiesta rimborsopoli: patteggiamento per Nicole Minetti

Inchiesta rimborsopoli: patteggiamento per Nicole Minetti

rimborsopoli

La seconda Corte di Appello di Milano, nell’ambito dell’inchiesta denominata Rimborsopoli, ha accolto la richiesta di patteggiamento a 1 anno e 1 mese da parte di Nicole Minetti.

L’ex igienista dentale di Belusconi, poi eletta consigliere regionale, deve scontare anche una condanna a 2 anni e 10 mesi nell’ambito del processo Ruby bis.
Minetti, insieme ad altre 51 persone, era stata condannata nel gennaio 2019 con l’accusa di peculato. L’inchiesta Rimborsopoli aveva fatto emergere che, tra il 2008 e il 2012, siano andati in fumo oltre 3 milioni di euro tra acquisti personali, cene, viaggi e quant’altro fatti passare come rimborsi spesa per l’attività svolta in Regione.

Tra gli imputati figura anche Renzo Bossi, figlio dell’ex leader leghista Umberto, che si è visto confermare la pena a due anni e mezzo. Gli è stata solo revocata una confisca che era stata disposta a valle del processo di primo grado.