Home Milano In Città Arte e cultura Lido Milano live: cinema, musica, teatro, dibattiti

Lido Milano live: cinema, musica, teatro, dibattiti

Lido
Il Lido di Milano - Fonte foto la Repubblica

Gli spazi in stile Liberty del Lido di Milano si animeranno, per il secondo anno consecutivo, grazie agli eventi di Lido Milano Live, la rassegna promossa dai volontari di Wau – We are urban – che proporrà cinema, musica dal vivo, teatro e dibattiti con appuntamenti in calendario dal primo luglio al primo agosto.

L’idea di recuperare questi spazi, ormai abbandonati a causa della chiusura della piscina e in attesa di un intervento di riqualificazione, era nata nell’estate del 2020 per dare un’opportunità di svago, in città, a quanti non sarebbero potuti andare in ferie. Con questo spirito era stato fissato anche il prezzo del biglietto a 5 euro, valido anche per quest’anno, così come l’idea di creare quello “sospeso” per rendere questo spazio davvero accessibile a tutti. Poi era arrivato un altro lockdown che aveva trasformato questi spazi in centri di distribuzione di cibo e materiale scolastico per le famiglie in difficoltà.

Con il ritorno dell’estate, al Lido torna la cultura anche grazie alla collaborazione della Cineteca di Milano che ha messo a disposizione le 13 pellicole che animeranno la proposta di “Un Lido da paura” per riscoprire il filone horror in un viaggio tra le pellicole del ‘900.

Per quanto riguarda la musica saranno proposti concerti dal vivo con artisti provenienti da tutta Italia che proporranno un ventaglio di proposte musicali che spaziano dal jazz al pop/rock, Indie e classica.

Il teatro porterà in scena i lavori di quattro artisti che spaziano dalla canzone dialettale alla danza mentre per chi ama il dibattito e l’approfondimento sono previsti incontri dedicati alle donne, per raccontare Milano, con uno sguardo al femminile.
Per il calendario con giorni e orari delle diverse iniziative si rimanda al sito internet della rassegna.

“Per la seconda edizione – ha detto il presidente di Wau Milano Andrea Amato – abbiamo deciso di ampliare l’offerta culturale, creando un calendario fitto di eventi che permetteranno alle tante realtà associative coinvolte di fare rete. Senza la collaborazione di tutti i volontari di WAU!, non sarebbe stato possibile realizzare tutto ciò”.
“La valenza sociale dell’evento – ha evidenziato – è certamente l’aspetto che più ci sta a cuore: sapere che anche le persone più fragili e le famiglie in difficoltà potranno, grazie al biglietto sospeso, partecipare agli spettacoli, darà un senso profondo a tutto il lavoro che abbiamo fatto in questi mesi”.