Home Prima Pagina Lega del Filo d’Oro: un 27 giugno all’insegna del colore

Lega del Filo d’Oro: un 27 giugno all’insegna del colore

Filo

In occasione della Giornata Internazionale della Sordocecità che cade il prossimo 27 giugno, la Lega del Filo d’Oro promuove l’iniziativa Yarn Bombing che ha coinvolto le persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali e le loro famiglie nella realizzazione di manufatti all’uncinetto o a maglia caratterizzati da colori vivi e brillanti.

Proprio il 27 questi manufatti che spaziano dai riquadri ai pon pon, andranno ad abbellire, da nord a sud, strade, parchi e monumenti delle dieci città in cui la Lega del Filodoro è presente con un suo centro.
Il progetto artistico tattile vuole sensibilizzare sulla condizione delle persone sordocieche e contribuire così ad abbattere i pregiudizi nei loro confronti.

A proposito di questa iniziativa Patrizia Ceccarani, direttore tecnico scientifico della Fondazione ha detto: “Abbiamo immediatamente accolto con grande entusiasmo il progetto internazionale Yarn Bombing, promosso dalla rete Deafblind International in occasione della Giornata Internazionale della Sordocecità e dell’anniversario di nascita di Helen Keller, perché da sempre il “filo” ha per noi un significato molto importante: rappresenta infatti simbolicamente il “filo aureo della buona amicizia” scelto nel 1964 dalla nostra fondatrice, Sabina Santilli, per aprire al mondo la condizione delle persone sordocieche e fare in modo che la società si accorgesse di loro”.

“Con questa bellissima iniziativa – ha aggiunto  Francesco Mercurio, presidente del comitato delle persone Sordocieche della Fondazione – vogliamo ricordare il grande insegnamento che ci ha lasciato Helen Keller, della quale ricorre proprio il 27 giugno l’anniversario della nascita, e cioè che le cose più belle e importanti della vita non possono essere viste e nemmeno ascoltate: devono essere sentite col il cuore”.

L’iniziativa avrà poi due testimonial d’eccezione in Renzo Arbore e Neri Marcorè, amici e testimonial della fondazione per i quali sono stati realizzati un gilet e una sciarpa in segno di gratitudine e affetto e uno spazio sui canali social della Lega del Filo d’Oro.