Home Meteo Caldo: per la prossima settimana prevista un’impennata delle temperature

Caldo: per la prossima settimana prevista un’impennata delle temperature

caldo

L’Osservatorio Meteorologico Milano Duomo prevede, per la prossima settimana, l’arrivo dell’anticiclone africano con temperature che potrebbero arrivare a sfiorare i 37 gradi.

Si tratta della perturbazione che sta interessando in questi giorni le regioni del centro sud con e che lambisce soltanto il nord creando instabilità e temporali frequenti. Fino a ora la temperatura media per il mese di giugno è stata di 25.2 gradi che è comunque un valore superiore rispetto al periodo di riferimento calcolato sul trentennio 1991 – 2020.

L’allerta meteo per il caldo riporta al centro dell’attenzione le persone fragili tanto che la Senior Italia FederAnziani ha già lanciato un appello a non trascurare queste persone, come purtroppo è già avvenuto in periodi pre covid: “Il virus ha provocato tante vittime tra i nonni – hanno fatto sapere –  ma quante volte già in passato superficialità, ignoranza e menefreghismo avevano causato autentiche stragi nelle stagioni estive? Vogliamo dire basta. È spesso sufficiente seguire delle semplici regole di comportamento, con senso di responsabilità, per evitare una morte”.

Da qui la riproposizione di alcune regole di comportamento contro il caldo a loro tutela come, per esempio, non uscire di casa dalle 12:00 alle 17:00, bere molto e consumare pasti leggeri, arieggiare l’ambiente in cui si vive e tenere la testa riparata dal sole. E poi ancora indossare abiti leggeri, non esporsi al sole per periodi prolungati e non interrompere le terapie mediche o i farmaci senza avere prima consultato il medico.

Un’altra indicazione fondamentale è poi quella di non rimanere all’interno di auto parcheggiate sotto il sole. Strettamente legato a questo rischio c’è, come i casi di cronaca spesso ricordano, anche la tutela degli animali contro il caldo tanto che la Lega nazionale per la difesa del cane ha già inviato una lettera ai sindaci italiani invitandoli a sensibilizzare l’opinione pubblica su questo tema.