Home Milano In Città Arte e cultura Museo a cielo aperto, il Monumentale protagonista il 27 giugno

Museo a cielo aperto, il Monumentale protagonista il 27 giugno

Monumentale

La giornata di domenica 27 giugno, dalle 10:00 alle 17:00, vedrà il ritorno della rassegna “Museo a cielo aperto” all’interno del Cimitero Monumentale che segue la riapertura ufficiale al pubblico avvenuta nella domenica appena trascorsa.

A disposizione dei visitatori che torneranno ad animare i suoi spazi ci saranno diversi appuntamenti gratuiti, consultabili sul sito della manifestazione, che comprendono esperienze di teatro, musica e cinema oltre a passeggiate e visite guidate.

La giornata del Monumentale è promossa dal Comune di Milano e realizzata in collaborazione con Fondazione Milano, che sarà presente grazie agli allievi della Civica scuola di musica Claudio Abbado, della Civica scuola di cinema Luchino Visconti e della Civica scuola di Teatro Paolo Grassi.

Per quanto riguarda le passeggiate a tema, il punto di ritrovo sarà il gazebo nel piazzale centrale del Cimitero e sono previsti l’itinerario dello scrittore Andrea Kerbaker alla scoperta dei personaggi conosciuti e di quelli sconosciuti che hanno saputo attirare la sua curiosità e l’itinerario a cura della giornalista e critica teatrale Claudia Cannella alla scoperta di Paolo Grassi e Luigi Bellotti.

Le visite guidate avranno come temi i simboli delle sculture presenti, il Liberty, le opere e la vita dello scultore Adolfo Wildt, i grandi editori che hanno fatto la storia di Milano, e i restauri dei manufatti ospitati nel Cimitero.

Per tutta la parte dedicata agli spettacoli, l’ingresso sarà dal cortile ovest, e avranno ingresso gratuito ma prenotazione obbligatoria per rispetto delle norme anti covid. Il programma prevede:
 – il documentario “Quadri dalla quarantena”, realizzato dagli allievi della Civica scuola di cinema Luchino Visconti, che racconta il lockdown visto attraverso gli occhi di quattro giovani studenti;

– una selezione di cortometraggi di animazione e ripresa realizzati grazie ad un progetto di sperimentazione didattica e creativa svoltosi durante il confinamento;

– un corto teatrale, scritto ad hoc e interpretato dai diplomati della Civica scuola di Teatro Paolo Grassi. La trama immagina il ritorno in vita di un ospite celebre del Monumentale, l’attore Walter Chiari, che deve ritirare il premio Sarchiapone d’oro, ispirato a uno dei suoi personaggi più celebri;

– il concerto di musica classica “Intrecci a due Violini: Leclair, Reger, Bartok e Ligeti” a cura dei diplomati e allievi della Civica scuola di musica Claudio Abbado.