Home Milano In Città Spettacoli dal vivo: un incontro in Comune per il rilancio del settore

Spettacoli dal vivo: un incontro in Comune per il rilancio del settore

spettacoli

L’assessore alla cultura Filippo Del Corno ha avuto un incontro con l’associazione di categoria KeepOn live in rappresentanza del settore degli spettacoli dal vivo a livello meneghino e nazionale.

Da questo primo confronto sono emerse tre linee guida di intervento in vista del rilancio del settore che ruotano intorno a: strumenti di mappatura, semplificazione amministrativa, promozione e organizzazione congiunta di eventi diffusi.

“La condivisione delle strategie per la crescita e la promozione di questi spazi è un impegno di questa Amministrazione in questo momento straordinariamente difficile e complesso per tutto il mondo dello spettacolo live – ha detto Filippo Del Corno –. Un impegno che si basa sul riconoscimento del valore di queste venues non solo come luoghi di produzione culturale, ma anche come presidi di socialità, soprattutto nei quartieri che hanno una necessità più stringente di punti di aggregazione e interesse, in particolar modo per i cittadini più giovani”.

“L’istituzione del Fondo di mutuo soccorso, misura unica nel panorama nazionale, è stata sicuramente un’iniziativa che ha stabilito un primo importante passo verso il sostegno dei live club – ha aggiunto Marco Manzella, presidente di KeepOn live –. Ora, oltre ad aver dato una rappresentanza riconosciuta a una categoria finora frammentata, abbiamo posto le basi per la condivisione dei successivi passi, necessari alla ripresa e alla crescita degli spazi di espressione di musica contemporanea dal vivo”.

Tra i temi emersi nel corso dell’incontro ci sono stati anche:

– l’inquadramento amministrativo da dare agli spazi ibridi che svolgono un’attività sia commerciale sia culturale;
– la necessità di integrare gli spazi per gli spettacoli dal vivo nelle mappe che indicano i luoghi culturali della città;
– la costituzione di un albo dei live club per dare loro lo status di luoghi di aggregazione sociale e culturale; – – la realizzazione congiunta di eventi-test, in collaborazione con Regione Lombardia e ATS;
– il riconoscimento di questi spazi come parte integrante del sistema cittadino dello spettacolo dal vivo che dovrebbe diventare oggetto di una Giornata nazionale dello spettacolo, una proposta ora al vaglio del Parlamento, che dovrebbe essere istituita per il 24 ottobre.