Home clima Gli effetti del clima sull’economia: uno studio del Politecnico

Gli effetti del clima sull’economia: uno studio del Politecnico

clima

L’Osservatorio Climate Finance della School of Management del Politecnico di Milano ha reso noti i risultati di uno studio che mette in relazione il cambiamento climatico e l’andamento del sistema economico.

“Abbiamo sviluppato un database – ha spiegato Vincenzo Butticè, vicedirettore dell’Osservatorio – che incrocia le informazioni economico/finanziarie su 1.154.000 imprese in Italia tra il 2009 e il 2018 (22 milioni in Europa) con i dati meteorologici di temperatura, piovosità, irraggiamento solare dal 1950 per trovare evidenze empiriche solide sul rapporto che lega clima e sistema economico”.

La variazione di temperatura di un solo grado ha determinato una serie di ricadute riassumibili in:
– le piccole imprese sono quelle che più hanno perso in redditività (-4%, a fronte del -5,3% di fatturato), mentre le grandi realtà, nonostante la diminuzione di ricavi e di domanda pari quasi al triplo (-14,6%), hanno contenuto la perdita di marginalità a -3,6%.

– i settori che hanno risentito maggiormente del fenomeno sono stati le costruzioni, la finanza e le estrazioni che hanno subìto un impatto sia diretto sia indiretto attraverso i danni alle imprese.
L’information technology, il real estate e la ricerca e innovazione hanno avuto ugualmente un calo di fatturato (-6,4%) mentre le perdite per la marginalità si sono attestate tra il 6,8% e il 3%.
Il manifatturiero e il retail sono i settori che hanno retto meglio insieme ad agricoltura, turismo e trasporti che hanno contenuto le perdite di fatturato e redditività al 3%.

– per quanto riguarda le aree geografiche: la ricaduta è stata peggiore nel Centro Italia (-10,6% di fatturato e -8,5% di Ebitda) e nel Nord Est (-10% e -4,2%). Il Nord Ovest ha visto una brusca perdita di redditività (-6,8%) ma non altrettanto di fatturato (-4,5%), mentre il Sud e le Isole hanno risentito poco dei cambiamenti climatici (rispettivamente -1% e -2,3% di Ebitda; -4,3% e -3,1% di fatturato).

“La gestione delle conseguenze del cambiamento climatico e le strategie di mitigazione rappresentano la maggiore sfida che le economie mondiali dovranno affrontare nel corso nei prossimi anni – ha commentato Roberto Bianchini, direttore dell’Osservatorio Climate Finance.