Home Design A Milano sbarcano i monopattini di design

A Milano sbarcano i monopattini di design

monopattini

In occasione del lancio della sua flotta di 750 monopattini elettrici, l’azienda statunitense Helbiz ha pensato di coinvolgere gli studenti del corso di Graphic Design e Art Direction di Naba – Nuova Accademia di Belle Arti – per creare un prodotto che fonde tecnologia e design.

Il prodotto finale, frutto del lavoro degli studenti Niccolò Etiopia, Andrea Gatto, Anna Novello e Camilla Rui, sarà presentato in occasione della Design week che si svolgerà dal 12 al 18 aprile.
Il tema su cui reinventare i monopattini doveva essere ispirato ai tre elementi di “Immersione, Interazione e Tecnologia” che caratterizzano i tre quartieri di Milano che ospiteranno la manifestazione ovvero Brera, Ventura-Lambrate e Tortona. Il prodotto finale è lo stile applicato al mezzo di trasporto che è diventato la sintesi della nuova mobilità pubblica e sostenibile.

“Un progetto che per tipologia di prodotto, marchio e per indicazioni di brief ha incontrato la sensibilità creativa dei nostri studenti – ha sottolineato Patrizia Moschella, Communication and Graphic Design Area Leader. di Naba – spostandoli da potenziali consumer a designer del futuro.
La valorizzazione della città di Milano, nelle zone che hanno reso internazionale la cultura del design e dei designer italiani, è stata elaborata con illustrazioni fresche e caratterizzate da uno stile personale in un equilibrio tra geometrie dinamiche e cromie brillanti che ben si prestano alla promozione di una modalità innovativa ed ecosostenibile della mobilità urbana con focus su tre esperienze – Immersione, interazione e tecnologia”.

“I monopattini elettrici sono già un simbolo iconico dei nostri tempi – ha aggiunto il direttore marketing dell’azienda statunitense – […]. “Per questo motivo siamo sempre alla ricerca di progetti che sappiano elevare i canoni estetici, oltre che funzionali, di questo mezzo straordinario. I progetti realizzati da NABA rappresentano in questo senso la sintesi perfetta tra “bellezza” e “territorio” in una città, Milano, che è universalmente riconosciuta come la capitale mondiale del design”.