Home Prima Pagina Fondazione TOG per bambini e ragazzi con patologie neurologiche complesse

Fondazione TOG per bambini e ragazzi con patologie neurologiche complesse

TOG

Fondazione TOG – Together To Go Onlus ha lanciato, fino al 19 aprile, una campagna fondi con l’obiettivo di aprire un nuovo centro di riferimento per la disabilità infantile. Per aderire all’iniziativa si può inviare un sms solidale al numero 45583.

L’attenzione di TOG si rivolge a bambini e ragazzi con patologie neurologiche complesse, con l’intenzione di favorire, da un lato la riabilitazione e l’accompagnamento scolastico e, dall’altro, la preparazione al percorso lavorativo e alla vita indipendente.

La Fondazione si prende cura dei pazienti così come delle loro famiglie dal 2012, e agisce attraverso il suo Centro di Eccellenza di viale Famagosta, zona sud di Milano.
Al suo interno, grazie a terapisti altamente qualificati, nascono percorsi personalizzati di riabilitazione neuro cognitiva che intervengono su tutti i deficit provocati da queste patologie, che siano motori, cognitivi, comunicativi e comportamentali. Attraverso un complesso intervento riabilitativo, bambini e ragazzi sono sostenuti e accompagnati fino a raggiungere il massimo delle loro potenzialità.

L’obiettivo del nuovo polo per la disabilità infantile è aiutare un numero sempre maggiore di bambini e ragazzi, ampliando al tempo stesso i servizi già in essere. La nuova struttura, che andrà a sostituire quella esistente, permetterà infatti di accogliere fino a 200 bambini con patologie neurologiche complesse provenienti da tutto il Nord Italia.
La nuova disponibilità di spazi renderà quindi possibili percorsi riabilitativi ed educativi anche per bambini con altre fragilità come i Disturbi Specifici di Apprendimento, specie se vivono in situazioni di svantaggio economico.

Le attività esistenti, che includono fisiochinesiterapia, psicomotricità, logopedia, musicoterapia, terapia neuro-cognitiva e terapia della comunicazione, saranno ampliate grazie a una piscina, un laboratorio per la fabbricazione digitale di ausili e oggetti di uso quotidiano e un’area di intervento ad alta tecnologia. Si darà quindi spazio ad ambulatori di visita dedicati a disturbi ortopedici, alimentativi e gastroenterologici, spesso associati alla patologia neurologica. Restano invariati il servizio di di sostegno psicologico alle famiglie dei piccoli ospiti e l’attività formativa per gli operatori clinici ed educativi.

La struttura sarà aperta al territorio e ai cittadini, per favorire l’inclusione sociale, la conoscenza e la sensibilizzazione sulle tematiche riguardanti le patologie neurologiche complesse.