Home Ambiente Milano, Roma e le richieste delle città al G20

Milano, Roma e le richieste delle città al G20

G20
Fonte foto Comune di Milano

I sindaci di Milano, Giuseppe Sala, e Roma, Virginia Raggi, hanno prodotto una dichiarazione congiunta per chiedere al prossimo G20 di promuovere una ripresa post covid che sia verde, giusta e locale.

Le due città, infatti, presiederanno il Summit Urban 20 il prossimo giugno.
Si tratta di un’iniziativa di diplomazia cittadina che riunisce le città degli stati membri del G20 per discutere di questioni economiche, climatiche e di sviluppo globale.

Sala e Raggi hanno altresì formulato richieste specifiche ai diversi paesi coinvolti perché adottino provvedimenti:
– Verdi: promuovere gli incentivi ecologici a scapito dei combustibili fossili; investire nei trasporti pubblici, creare sistemi alimentari più sostenibili, costruire città che integrino la natura, mantenere l’APS (Aiuto Pubblico di Sviluppo) allo 0,7% del PIL;
– Giusti: programmare piani di ripresa equi, indirizzare almeno il 40% degli investimenti sul clima a comunità svantaggiate; aumentare la partecipazione delle donne nella forza lavoro, supportare i lavoratori essenziali e garantire accesso equo ai vaccini in tutte le nazioni;
– Locali: favorire la ripresa locale basandola sulla fornitura di servizi pubblici, dedicare incentivi alle città, includere nei piani di ripresa nazionali almeno il 30% di progetti urbani.

Tra i passaggi più significativi della dichiarazione, si segnalano:
Nell’anno della COP26, è necessario che il più grande investimento pubblico dai tempi del Piano Marshall sia utilizzato in modo lungimirante e strategico, così non solo da ridurre drasticamente le emissioni di gas serra, ma anche creare posti di lavoro sostenibili e migliorare la resilienza e l’equità”.
Chiediamo al G20 di essere ambizioso e risoluto”.