Home Mobilità L’evoluzione tecnologica di BikeMi

L’evoluzione tecnologica di BikeMi

BikeMi

Lo sharing cittadino, meglio noto come BikeMi fa un passo avanti verso il futuro digitale rinnovando sia la app sia il sito internet.

Da oggi, infatti, si potrà fare tutto da smartphone: accedere al servizio – anche se resta ancora valida la tessera – prelevare le bici, ricevere supporto e assistenza dal servizio clienti.
Il cambiamento è stato fortemente voluto da Clear Channel Italia che gestisce il servizio da dieci anni. A finanziare il rinnovamento in chiave tecnologica sono stati i ricavi provenienti dagli impianti pubblicitari mentre sono allo studio nuove alleanze commerciali per far sì che la pubblicità alimenti ulteriormente la mobilità verde.

Il nuovo sistema di sito e app è stato sviluppato in collaborazione con una delle software house più importanti in Europa specializzata proprio in mobilità condivisa.
Quanto al futuro, sono previsti investimenti per rendere il servizio più capillare e fruibile. Al momento BikeMi conta 320 stazioni e una flotta di 4.280 biciclette a pedalata muscolare e 1.150 a pedalata assistita. Di queste, 150 sono dotate di seggiolino per bambini. Il servizio, attivo dal 2008 si è integrato perfettamente nella rete di trasporto pubblico della città.