Home Città Metropolitana Il gioco pericoloso di due ragazzini e… Joker?

Il gioco pericoloso di due ragazzini e… Joker?

ragazzini

Due ragazzini di Cernusco sul Naviglio, comune della periferia est di Milano, di 14 anni lei e di poco più grande lui, si sono resi protagonisti di un episodio che presenta ancora molti lati oscuri.

Nella tarda serata di qualche giorno fa, i due si sono presentati al pronto soccorso di Cernusco. Lei aveva il volto deturpato da profondi tagli che partivano da entrambi gli angoli della bocca e arrivavano fino alle guance.
Lui aveva lo stesso tipo di sfregio ma di entità più lieve.

La spiegazione data ai medici, che si fosse trattato di un’aggressione avvenuta in strada, non ha convinto al punto che a far luce sulla vicenda sono stati coinvolti i magistrati della procura dei minori e i Carabinieri della compagnia di Cassano D’Adda.

Come riportato dal Corriere, la spiegazione più plausibile dell’accaduto sta in un gioco folle che mette insieme una prova di resistenza al dolore e un tentativo di assomigliare al personaggio cinematografico di Joker, il folle antagonista di Batman che ha proprio nel ghigno quasi satanico il suo tratto distintivo. Lo stesso personaggio è stato anche il protagonista di un film campione di incassi del 2019 che è valso l’Oscar al suo protagonista Joaquin Phoenix.

Heath Ledger nella parte di Joker nel film Il Cavaliere Oscuro (2008)

Un gioco pericoloso di due ragazzini che è costato al più “grande” una denuncia a piede libero per il reato di ‘sfregio’, introdotto di recente nell’ordinamento legislativo tra quelli previsti dal “codice rosso” per contrastare la violenza di genere.

In questa fase delle indagini sono ancora molti i punti da chiarire a partire dalla testimonianza della ragazza che non è ancora stata ascoltata dagli inquirenti, viste le sue condizioni di salute.

L’intera vicenda, trattandosi di ragazzini, è coperta dal massimo riserbo.
Dei due protagonisti si è saputo solo che sono italiani, vivono nella zona di Cernusco e non avrebbero alcun problema assimilabile al disagio sociale, né precedenti denunce o segnalazioni a carico.