Home Mobilità Il bilancio 2020 della Polizia Ferroviaria

Il bilancio 2020 della Polizia Ferroviaria

Polizia Ferroviaria

La Polizia Ferroviaria – anche nota come Polfer – ha presentato il bilancio delle attività per l’anno 2020 che, come negli anni precedenti, l’ha vista ipegnata in attività di:

– Prevenzione e repressione dei reati in ambito ferroviario;
– Vigilanza nelle stazioni;
– Servizi di scorta a bordo dei treni e attività di contravvenzione;
– Rintraccio di persone scomparse.

Dal momento che il 2020 è stato l’anno della pandemia, la Polizia Ferroviaria è stata impegnata nello svolgimento di numerose attività di controllo degli spostamenti, spesso in regime di lavoro straordinario, a seguito di tutti i DPCM varati dal Governo nel corso dei mesi.
Solo questa attività ha portato a oltre 518mila identificazioni.

Per quanto riguarda la sola Lombardia, i numeri del 2020 della Polfer sono riconducibili a:
– 33.779 servizi di vigilanza negli scali;
– 5.674 pattuglie di scorta sui treni;
– 2.293 servizi antiborseggio;
– 57 pattugliamenti straordinari;
– 205 arresti;
– 2.548 denunce;
– 84 persone rintracciate di cui 73 minorenni.